Pubblicato il Lascia un commento

Diagnosi Reset Osmostat

Il “reset osmostat” è una causa di iponatriemia, a volte considerata una variante del SIADH, in cui il rene mantiene la sua capacità di concentrare e diluire adeguatamente l’urina; tuttavia, la soglia per la secrezione di ADH viene ripristinata verso il basso. Cioè, invece di ADH che è secernuto con gli aumenti di osmolalità del siero oltre 280-285 mOsm/kg come nella maggior parte delle persone, è secernuto ad un valore più basso.

Diagnosi reset osmostat è una diagnosi di esclusione. Gli individui devono essere euvolemici e deve avvenire un’esclusione completa di altre cause di iponatriemia euvolemica (ad esempio, ipotiroidismo, carenza di cortisolo, farmaci, ecc.). Una caratteristica fondamentale di reset osmostat è che gli individui dovrebbero essere in grado di concentrare e diluire l’urina in modo appropriato. Pertanto, una sfida idrica dovrebbe comportare un’urina diluita (ad esempio, meno di 100 mOsm/kg) e un test di privazione dell’acqua dovrebbe risultare in un’urina concentrata. A volte, un paziente con una diagnosi di SIADH sarà dimostrato essere reimpostato osmostato quando diventa evidente che la restrizione dei liquidi non aumenta con successo il livello di sodio sierico.

Reset osmostat si verifica classicamente in condizioni neurologiche come epilessia e paraplegia, oltre a gravidanza, malignità e malnutrizione. È stato anche osservato in individui sani, come questo uomo di 60 anni con un livello di sodio cronico tra 125-130 mmol / L; gli autori suggeriscono che un’esplosione di granata del 1951 che il paziente ha sperimentato potrebbe aver causato il reset dell’osmostato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.