Pubblicato il Lascia un commento

” Voglio il mio libro vietato? No,” “Perks of Being a Wallflower” L’autore dice dopo Wallingford Book Controversy

L’autore di “The Perks of Being a Wallflower” dice di essere offeso quando i critici citano passaggi del libro fuori contesto.

In una recente intervista, l’autore Stephen Chbosky ha chiarito il contenuto del suo libro che un genitore di Wallingford considerava controverso, lamentandosi con il distretto scolastico e obiettando che gli studenti potevano leggerlo. Il sovrintendente di Wallingford Salvatore Menzo ha rimosso il libro dal curriculum in risposta a febbraio.

“C’è una parte nel libro in cui Charlie assiste allo stupro e l’ho sempre trovato interessante perché alcuni gruppi di cani da guardia citano sempre quel passaggio”, ha detto Stephen Chbosky in una recente intervista telefonica. “Trovo sempre così strano che lo facciano perché così spesso in passato la gente diceva che il passaggio è destinato a eccitare.

Locale

“La mia risposta è sempre stata che lo stupro è violenza, non sesso, quindi come può eventualmente eccitare qualcuno? Se lo fa allora che giustifica una discussione molto più grande di un libro.”

” L’intero libro è un progetto per la sopravvivenza. È per le persone che hanno vissuto cose terribili e hanno bisogno di speranza e sostegno”, ha spiegato. “L’idea di togliere due pagine dal contesto e creare un’atmosfera perversa è offensiva per me — profondamente offensiva.”

“The Perks of Being a Wallflower” è stato descritto come un romanzo di formazione. Il narratore, una matricola del liceo, racconta la sua storia attraverso lettere scritte durante tutto l’anno scolastico. Il romanzo è stato adattato in un film del 2012 con Logan Lerman, Emma Watson ed Ezra Miller, che Chbosky ha anche diretto.

Il 23 marzo, Menzo ha inviato una lettera ai genitori e al personale dicendo che sarebbe stato formato un comitato per rivedere il curriculum e il libro.

“Esiste un malinteso riguardante la recente recensione del libro” The Perks of Being a Wallflower “del distretto scolastico”, ha scritto Menzo. “Il Wallingford Public School District non ha rimosso l’accesso degli studenti al libro; ma piuttosto, ha preso una decisione sul modo in cui il libro sarebbe stato utilizzato dal distretto scolastico a seguito di una richiesta di revisione da parte di un genitore.”

Dopo che il libro è stato rimosso dalle lezioni, un altro genitore locale ha presentato una richiesta formale all’assistente Sovrintendente per il curriculum e l’istruzione Shawn Parkhurst per ripristinarlo. Il genitore seguirà lo stesso processo Bolat ha fatto quando ha presentato una denuncia, Parkhurst ha detto. Una decisione deve essere raggiunta entro il 28 aprile, ha aggiunto Parkhurst, ma si aspetta che arriverà prima.

La Coalizione Nazionale contro la censura ha inviato una lettera a marzo criticando la decisione di Menzo. La lettera è stata firmata dall’Associazione degli editori americani, dal Consiglio nazionale degli insegnanti di inglese, dall’American Booksellers For Free Expression, dal Fondo per la difesa legale dei fumetti e dal Comitato per i bambini e i giovani adulti del Pen American Center.

La decisione di Menzo di rimuovere il libro su richiesta di un solo genitore era frustrante per alcuni genitori. Chbosky, che ha una figlia e un figlio, ha detto che non avrebbe mai voluto costringere il figlio di qualcuno a leggere il suo libro, ma sentiva che era ingiusto per un solo genitore di cogliere l’occasione lontano da altri studenti.

“Se questo signore si opponesse al libro, dovrebbe essere permesso di dire che non voglio che mio figlio lo legga”, disse Chbosky. “Allo stesso tempo, non riconosco il suo diritto di dirmi che mio figlio o mia figlia non possono leggerlo.”

In passato, Chbosky ha detto, avrebbe cercato di scrivere lettere ai genitori per spiegare perché ha scritto il libro e perché ha valore.

“Cerco di raggiungerli per far loro capire che non ho scritto questo libro per fare appello al minimo comune denominatore. Non ho scritto questo libro per essere esplicito a tutti, ” ha detto. “Ho scritto questo libro come un progetto per la guarigione. Ho scritto questo libro per porre fine al silenzio.”

I giovani hanno scritto a Chbosky dicendo che il libro o il film hanno salvato le loro vite.

“Questi erano giovani che erano così isolati e incompresi e hanno visto il mio film o letto il libro e hanno dato loro abbastanza speranza per andare avanti”, ha detto. “… Perché ho questa esperienza e perché so che è vero, mi chiedo sempre dove sia il prossimo bambino perché quel ragazzo è là fuori. E ‘ successo troppe volte negli ultimi 15 anni per essere una coincidenza.”

Alcuni sostengono che il libro non dovrebbe essere letto nelle scuole, ma Chbosky ha detto che è la” cornice perfetta ” per questo.

“Crea un dialogo sulle questioni che i giovani devono affrontare”, ha affermato. “… L’aula legittima questi problemi e portandoli fuori dall’aula degradiamo queste cose a “piccoli segreti sporchi” e non sono piccoli segreti sporchi; queste sono cose che i giovani affrontano ogni giorno.”

Il libro ha lo scopo di creare un dialogo, ha aggiunto Chbosky, perché ” più conversazioni abbiamo su queste cose, meglio è.”Il suo libro è stato sulla American Library Association Top 10 libri più sfidati numerose volte negli ultimi dieci anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.